Residenti in polemica in centro città: "Per ore prigionieri dalla Treviso Marathon"

Molteplici i trevigiani critici nei confronti del Comune e degli organizzatori della corsa. Sui social, però, tanti gli appassionati di opinione contraria: "Bastava informarsi prima"

"Mi piacerebbe proprio sapere chi è quell'incompetente che ha tracciato il percorso della maratona di Treviso, non prevedendo alcun varco di uscita dal centro storico e di fatto sequestrando tutti i residenti per una mattina intera". Inizia così il post su Facebook di un residente del centro di Treviso, uno dei tanti che nelle ultime ore hanno iniziato a lamentarsi di come sia stato, o meglio, non sia stato gestito correttamente il traffico cittadino durante la Treviso Marathon. "Bastava usare il cervello disegnando il percorso. Mai successo in tutte le edizioni precedenti che non ci fosse nemmeno un varco, anche solo per le emergenze. Dilettanti!" tuona Giovanni dal gruppo Fb "La Bella Treviso". C'è chi poi ha preso di mira i vigili urbani, rei di aver comminato multe ingiustamente durante la mattinata di gara, come Antonietta che scrive: "Critico i vigili che alle 11, quando era già tutto finito, hanno dato le multe a chi ha parcheggiato vedendo libero accesso...bella accoglienza diamo ai turisti venuti a seguito della maratona".

E ancora, Paola che sul suo profilo personale rincara la dose, ma questa volta per un fatto avvenuto in zona Fiera, luogo di ammassamento dei runners: "Oggi nella felicità di tutta la città di Treviso per la bellissima manifestazione Treviso Marathon, c'è la rabbia di due residenti che hanno preso la multa per aver parcheggiato la macchina davanti a casa. Abitando nel prato della Fiera e non avendo garage dove dobbiamo mettercela l'auto? Infatti è stata parcheggiata in un posto che non creava nessun intralcio alla manifestazione...Consapevole che la legge non ammette ignoranza, la multa la pago senza alcun problema, ma trovo veramente poco collaborativo l'operato dei vigili con noi residenti, precisando che nel piazzale ultimamente vengono fatte diverse manifestazioni e noi non abbiamo mai creato alcun problema. Io personalmente ho sempre appoggiato queste iniziative e non ho mai contestato nessuno, anche se ci sarebbe stato da attaccarsi al telefono e far uscire i vigili continuamente...Ringrazio il vigile che mi ha rovinato la domenica appena alzata dal letto".

Tra i tanti a polemizzare contro il Comune e gli organizzatori della corsa c'è però anche chi sui social continua a difendere il loro operato, con commenti come: "Solita esagerazione", "Sempre a lamentarsi", "Anziché lamentarsi sempre proviamo a farci coinvolgere dalla atmosfera di festa", "È da una vita che ne parlano...Informarsi prima...O uscire prima di casa..." e "Bastava informarsi prima...". Ma non solo. Andrea, ad esempio, afferma che "I signori del centro sono sempre bravi a lamentarsi e meno nell'informarsi...tutto questo si sapeva da tempo", mentre Katia scrive "Ma perché, visto che lo sapevate, non parcheggiavate già fuori così potevate prendere la macchina e sciallarvi tranquillamente senza svangare i cocó ogni domenica?". E ancora, Annarosa che dice di essere "entrata alle 8.40, parcheggiato un po' meno vicino del solito ma assolutamente fattibile. Uscita alle 11. Controllati prima orari e percorso. Problemi? Nessuno" e Fabio che dichiara che "Comunque informandosi il minimo indispensabile era tutto più che chiaro e fattibile...Possibile che per ogni cosa serva sempre fare polemica?". Insomma, due visioni della Treviso Marathon nettamente contrapposte che hanno scatenato, come sempre, il popolo del web. A prescindere però da tutto questo, la festa per la corsa dedicata ai runners è stata di sicuro successo e c'è già chi attende il rilancio per l'edizione 2020!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento