"Progetto Diversamente Abili" di Anteas: ecco i risultati del 2013

800 mila chilometri percorsi, 297 volontari e 40 mila ore di servizio. Anteas Treviso è una presenza costante al fianco di anziani e disabili

Logo Anteas

SILEA - Venerdi 18 Luglio si è svolto presso la sala convegni Tamai di Silea, il Convegno organizzato dall'Anteas Provinciale di Treviso per la presentazione dei risultati raggiunti con il Progetto Regionale "Diversamente Mobili". Il Progetto, iniziato a gennaio del 2013, ha l'obbiettivo di allargare il più possibile il trasporto sociale a chiamata nei comuni della Provincia di Treviso in cui sono presenti Associazioni aderenti all'Anteas.

“Al termine del primo anno e mezzo possiamo dire che abbiano raggiunto gli obiettivi che ci ravamo prefissi – dichiara Alberto Franceschini Presidente Provinciale ANTEAS – Abbiamo dato risposta alle segnalazioni di 21.000 persone che hanno richiesto di essere accompagnate presso ospedali o altre strutture di riabilitazione, con i mezzi dell'Anteas.”

Durante questi diciotto mesi sono stati percorsi oltre 800.000 chilometri grazie al contributo di 297 volontari che hanno prestato servizio per oltre 40.000 ore. La maggior parte delle richieste ha riguardato l'accompagnamento verso gli ospedali con 7.453 viaggi e i trasporto di disabili vero le scuole o centri diurni per 12.428 viaggi compessivi. Altre destinazioni sono state le case di riposo, i centri di sollievo e i centri di riabilitazione per altri 5.661 viaggi. I trasporti sono stati effettuati con auto normali, auto attrezzate per il trasporto di carrozzine, pulmini e pulmini attrezzati per disbili.

“Questi importanti numeri sono stati conseguiti grazie alla messa in rete delle Associazioni Anteas e con la realizzazione di un Call Center provincialie per il ricevimento delle richieste e l'organizzazione del trasporto – prosegue Franceschini – Le associazioni che aderiscono ad Anteas contribuiscono al costo vivo della benzina, il resto del servizio è completamente a titolo di volontariato.”

Le associazioni che usufruiscono del servizio trasporti progetto “Diversamente Mobili” sono 16, da altrettanti comuni della Provincia di Treviso (Ponte di Piave, Paese, Maserada, Resana, Castello di Godego, Possagno, Caerano, S.Biagio, Crocetta, Paese, Treviso, Crespano, Cavaso, Monfumo, Colle Umberto e Trevignano).

Nel corso del convegno sono state presentate le esperienze di trasporto sociale attuate nella provincia dei Belluno con il progetto "TRATTO2” del CSV, nella Regione Emilia Romagna e nella Provincia di Ferrara.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autotrasporti: in arrivo i rimborsi per i costi delle patenti professionali

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Schianto contro un'auto, grave motociclista 46enne

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Come pulire la lavatrice: consigli per farla tornare come nuova

Torna su
TrevisoToday è in caricamento