Salgareda: investimento di oltre un milione di euro per potenziare la fognatura nera

L'intervento di potenziamento interesserà la frazione di Campobernardo. Un'opera necessaria ma allo stesso tempo molto impegnativa. Soddisfatto del'iniziativa il sindaco Andrea Favaretto

SALGAREDA Piave Servizi Srl, la società che gestisce il servizio idrico integrato in 39 Comuni delle province di Treviso e Venezia, ha approvato nelle scorse ore il progetto esecutivo dell’estensione della rete di fognatura nera nella frazione di Campobernardo, in Comune di Salgareda.

L’importo complessivo dell’opera è pari a un milione e 40mila euro iva esclusa, finanziato con gli introiti delle tariffe del servizio idrico integrato (Piano degli interventi 2017). Non sono previste procedure espropriative. Il progetto, curato dagli uffici di Piave Servizi, mira ad adeguare gli impianti di depurazione e delle reti di collettamento di Campobernardo. Ad oggi risultano allacciate alla fognatura mista, recapitante nella vasca Imhoff della frazione, circa la metà delle utenze. Con la realizzazione del progetto sarà possibile allacciare alla rete di fognatura nera le utenze del centro abitato di Campobernardo, anche mediante il collegamento dei tratti di fognatura nera esistenti nella lottizzazione di via Armenia e via San Martino. La messa in esercizio dell’opera seguirà l’adeguamento dell’impianto di depurazione di via degli Alpini di Campodipietra al nuovo carico di reflui in entrata, la cui effettiva esecuzione è prevista nel biennio 2017/18 nel Programma degli Interventi di Piave Servizi. Per tale impianto esiste ad oggi il blocco degli allacciamenti per raggiungimento del limite di utenze già trattate. Gli interventi previsti consistono essenzialmente nell’estensione della fognatura nera a tutto il centro abitato della frazione di Campobernardo, nella dismissione del sistema depurativo di via Callurbana e nel convogliamento degli scarichi reflui, mediante la realizzazione di un tratto fognario in pressione, nella rete di raccolta di Campodipietra e quindi al depuratore di via degli Alpini. Le vie interessate dalla posa delle nuove tubazioni sono via Callurbana, via Callurbana vecchia, via Bonetto, via Paradiso e un tratto della Strada provinciale 66, via Risorgimento.

Le tratte di fognatura a gravità recapiteranno nei nuovi sollevamenti fognari collocati in via Paradiso e avranno un’estensione complessiva di circa 1.705 metri. Una volta completate le opere, adeguato l’impianto di via degli Alpini e terminata la fase di spostamento sulla nuova condotta di tutte le utenze attualmente allacciate alla fognatura mista, si potrà procedere alla definitiva dismissione delle vecchie vasche Imhoff attualmente esistenti in via Callurbana, modernizzando così tutti gli impianti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

Torna su
TrevisoToday è in caricamento