«Lo ha fatto apposta, ha sterzato di colpo contro l'altra macchina»

Al vaglio della Procura di Treviso l'accusa della 21enne che si trovava a bordo dell'Alfa Mito, guidata dall'ex fidanzato, che si è scontrata venerdì notte a Povegliano contro la Yaris su cui viaggiavano la vittima, Giuseppina Lo Brutto, ed il marito, ancora ricoverato al Ca' Foncello

L'auto su cui viaggiava la vittima

Se fosse andata come raccontato dalla ragazza che era con lui la sera di venerdì scorso, Christian Barzan, il 22enne di Quinto che si trovava alla guida della Alfa Romeo Mito che ha causato la morte della 62enne Giuseppina Lo Brutto rischia molto di più di una incriminazione per omicidio stradale. «Lo ha fatto apposta, ha sterzato di colpo contro l'altra macchina, voleva farlo»: ha dichiarato disperata ai soccorritori Giorgia Biglieri, la 21enne che si trovava all'interno della vettura con il ragazzo. Una versione che se confermata potrebbe portare ad una indagine per omicidio volontario e duplice tentato omicidio. La ragazza ha raccontato che i due stavano litigando in auto perché lei non aveva intenzione di tornare indietro rispetto alla decisione di troncare la relazione sentimentale che avevano avuto e a quel punto C.B avrebbe perso la testa.

Il sostituto procuratore Francesca Torri che sta coordinando intende ora riascoltare la 21enne, sentita dagli investigatori subito dopo la tragedia, e sentire Flavio Cagnato, il 68enne marito della Lo Brutto che viaggiava con lei a bordo della Toyota Yaris contro cui si è schiantata l'Alfa Romeo. L'uomo, che ha riportato fratture alle braccia, è ancora sotto choc. Ancora ricoverato in ospedale è anche Barzan, che nell'incidente ha rimediato la frattura ad un femore. Risultato negativo ai tossicologici anche lui è in stato confusionale. Verrà ascoltato non appena sarà in grado di raccontare la sua versione dei fatti.

Secondo quanto emerso fino ad ora dalle indagini la Mito avrebbe improvvisamente scartato a sinistra una volta trovatasi a pochi metri dalla Yaris guidata da Giuseppina Lo Brutto, che stava tornando con il marito da una cena con amici sul Montello. Devastante l'impatto, che non ha lasciato scampo alla donna, morta praticamente sul colpo. La Procura ha già dato il nulla osta per la celebrazione dei funerali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

  • L'uscita domenicale in bici finisce in tragedia: morto un ciclista investito da un'auto

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento