Raffaele Sollecito fermato a Udine con la fidanzata trevigiana

Lo hanno fermato a Venzone, in provincia di Udine mentre, probabilmente, cercava di superare il confine per raggiungere l'Austria

I bagagli di Sollecito (UdineToday)

UDINE — Lo hanno fermato a Venzone, in provincia di Udine mentre, con tutta probabilità, cercava di superare il confine. Raffaele Sollecito, condannato a 25 anni di carcere per l’omicidio di Meredith Kercher, è stato fermato dagli agenti delle squadre mobili di Udine e di Firenze nella notte tra giovedì e venerdì.

Il giovane soggiornava in un albergo del capoluogo friulano, sembrerebbe insieme alla sua fidanzata trevigiana, forse con l’intenzione di raggiungere l’Austria, dalla quale poi avrebbe potuto partire per recarsi nei paesi dell’est Europa. Avrebbe detto agli agenti della Questura che la sua intenzione non era quella di fuggire.

Attualmente Sollecito si trova negli uffici della Questura di Udine, in quanto gli è stato notificato il provvedimento del divieto d’espatrio giovedì sera nella sentenza pronunciata nell’appello bis dalla Corte d’Assise di Firenze. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento