Meduna di Livenza: commerciante ostaggio dei rapinatori in casa

Legato a una sedia con delle fascette di plastica, un commerciante di 62 anni è stato derubato di gioielli e contanti per migliaia di euro

MEDUNA DI LIVENZA Lo hanno aspettato e, al suo rientro, lo hanno bloccato. Lo hanno legato e hanno estratto un coltello con il quale lo hanno minacciato. Attimi di terrore quelli vissuti mercoledì notte da A.P., un commerciante di 62 anni di Meduna di Livenza, tenuto in ostaggio da una coppia di rapinatori tra le mura domestiche. Il colpo a un giorno di distanza da un'altra rapina in villa a Treviso. Una banda di malviventi aveva assaltato l'abitazione di una coppia facendosi aprire la cassaforte e dileguandosi con 50mila euro in gioielli. 

Mercoledì notte un nuovo blitz, questa volta a Meduna, in via Pascoli. L'uomo, mentre rientrava a casa, è stato affrontato da due banditi travisati e armati di un coltello che lo hanno immobilizzato su una sedia legandolo con delle fascette di plastica. A quel punto, indisturbati hanno prelevato da casa contanti, gioielli e orologi per diverse migliaia di euro. Un bottino ancora in fase di quantificazione ma che si prefigura già molto ingente. Della vicenda si stanno occupando i carabinieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento