Rapina al portavalori, l'appello del sindacato di polizia: "Aumentate l'organico della Stradale in autostrada"

La Segreteria Provinciale dell'UGL Polizia di Stato lancia l'allarme in merito alla mancanza di agenti presso la Sottosezione Polizia Stradale di Treviso Nord A27

SAN BIAGIO DI CALLALTA  La Segreteria Provinciale dell'UGL Polizia di Stato di Treviso, in merito a quanto accaduto martedì sera sul tratto autostradale della A27, ha segnalato le criticità relative all'organico in servizio presso la Sottosezione Autostradale A27 -Treviso Nord, sottosezione chiamata a garantire la sicurezza proprio su questo tratto autostradale. "La pianta organica attuale è composta da 31 operatori contro i 33 previsti, ma se consideriamo anche eventuali malattie, ferie e assenze per altri motivi, è chiaro che non si possa più avere lo stesso organico".

"Precisiamo che il tipo di servizio svolto dalla Polizia Stradale di Treviso Nord è regolamentato da una convezione stipulata tra il Ministero degli Interni e la Società Autostradale, il quale comporta tutta una serie di vincoli che sono ben conosciuti al servizio polizia stradale di Roma e, per garantire quanto previsto, ci vorrebbe almeno una pianta organica di 43 operatori, come meglio indicato nella convenzione sopracitata, perciò in questo momento si sarebbe a -12" ha dichiarato il Segretario Generale Provinciale UGL Polizia di Stato di Treviso Luca Zanette. "E' poi importante ricordare come da fonti A.S.A.P.S. (Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale) il servizio svolto da operatori della Stradale annovera il triste primato che indica che il 70% delle vittime in servizio sono causati da incidenti stradali e non da conflitti a fuoco. Tutto questo per far capire come, vista la pianta organica attuale, gli operatori della Polizia Stradale della A27, per garantire il servizio, facendo un puro calcolo matematico, stanno danno una disponibilità incommensurabile verso la nostra Amministrazione e di conseguenza verso i cittadini utenti".

"Nello specifico - continua Zanette - per sopperire le carenze d’organico, nonostante la disponibilità degli operatori e l’abilitá ammirevole dell’addetto ai servizi nel programmare i servizi , sempre in virtú delle convenzioni che impongono un numero di pattuglie congruo, si ricorre a personale della Sezione di Treviso e al Distaccamento di Vittorio Veneto, con riflessi quindi nella circolazione ordinaria (statali, viabilità urbana ed extraurbana). In questa situazione di emergenza gli operatori continuano però a dare il loro apporto e sovente grazie all’alta professionalità danno lustro all’amministrazione ricevendo continue segnalazioni di apprezzamento da parte di utenti. Auspichiamo quindi un fattivo intervento della politica locale, regionale e nazionale, teso a far incrementare l’organico, visti appunto i recenti fatti di cronaca come la rapina al portavalori e che preoccupano per la dinamica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento