Sicurezza stradale, a Resana parte: "A tutto c'è un limite"

Operatori della polizia stradale e della polizia locale, educatori dell’Ulss2 e responsabile dell’associazione Familiari Vittime della strada cercheranno di far capire ai cittadini, ed in particolare ai giovani, quanto sia importante rispettare i limiti

Giovedi 22 novembre alle ore 20.30 presso il Centro Culturale di Resana parte una nuova campagna per la sicurezza stradale con l’incontro-dibattito dal titolo “A tutto c’è un limite!”. Operatori della polizia stradale e della polizia locale, educatori dell’Ulss2 e responsabile dell’associazione Familiari Vittime della strada cercheranno di far capire ai cittadini, ed in particolare ai giovani, quanto sia importante rispettare i limiti quando si è alla guida di un veicolo. Ci sarà spazio sia per le indicazioni ad una guida sicura sia per le conseguenze legate alle infrazioni stradali. “Diamo precedenza alla vita è questo lo slogan che vogliamo lanciare – ha detto il sindaco Stefano Bosa nel presentare la serata – le vittime degli incidenti stradali sono tante, troppe… attraverso l’educazione e la promozione della sicurezza e del rispetto dei divieti e dei limiti si possono evitare tante tragedie… l’invito in particolare è rivolto ai giovani che molte volte “giocano” con la velocità mettendo a rischio la loro e l’altrui vita”. Durante la serata ci sarà anche l’intervento dell’associazione “Familiari vittime della strada” Paola Conte che sta portando avanti una vera e propria “battaglia” per la sicurezza stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento