Listeria negli sfilacci di cavallo, lotto contaminato ritirato dal mercato

Carne contaminata da listeria monocytogenes: il richiamo arriva dal ministero della salute

Una confezione di sfilacci

Allarme listeria per gli sfilacci di cavallo a marchio ‘Masina dal 1929 La Salumeria”. Un lotto del prodotto, distribuito dall’azienda bresciana Naba Carni spa, è stato ritirato dal mercato dal ministero della salute. Il motivo del richiamo è dovuto a un potenziale rischio di contaminazione microbiologica da listeria monocytogens degli sfilacci prodotti nello stabilimento ‘Europe Meat International Srl’ con sede a Resana, in provincia di Treviso.

Il prodotto potenzialmente contaminato è venduto in confezioni di plastica da 100 grammi con il numero di lotto 93543 e la data di scadenza 31/10/2020. Il ministero raccomanda di non consumarlo e di "riportare la confezione al punto vendita". Il batterio Listeria Monocytogenes è comunemente presente nel suolo, nell'acqua e nella vegetazione. Può contaminare diversi alimenti, tra cui latte, verdura, formaggi molli e carni poco cotte. È il batterio responsabile della listeriosi, una grave infezione che, anche se in casi rari, può portare alla morte soprattutto soggetti fragili come neonati, anziani, donne incinte e adulti immuno-compromessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento