Ca' Sugana rispolvera i progetti per rianimare il centro storico

Presentati venerdì 30 marzo 2012 i progetti dell'amministrazione comunale per il rilancio del centro di Treviso. Resta il punto interrogativo sulla sorte di Dogana e velodromo

È primavera e con il cambio di stagione, l'amministrazione comunale di Treviso ha rispolverato i progetti per il rilancio della città.

Le novità sono state esposte ieri dall'assessore alle Attività produttive, Beppe Mauro. Mercati ed eventi nelle piazze di centro storico e quartieri e snellimento dell'iter per i plateatici, in vista dell'estate. Mentre i commercianti battono ancora il chiodo della pedonalizzazione: sono persino disposti a pagarsela.

 

RILANCIO - Ad oggi il bando per l’assegnazione di 200.000 euro in contributi per il rilancio del territorio di Treviso ha trovato solo una decina di adesioni. Tuttavia ci sono ancora spazio e tempo: il bando è stato prorogato fino al 30 aprile 2012, sia per maggiori chiarimenti tecnici, che per consentire ai partecipanti di accedere anche di un bando parallelo della Camera di Commercio.

PEDONALIZZAZIONE - Ca' Sugana pagherà il 20 per cento delle spese per la pedonalizzazione del centro, mentre il resto lo sborseranno i commercianti. Nel frattempo, giovedì 12 aprile, aprirà ufficialmente il mercato di Santa Maria Maggiore, che potrebbe essere presto seguito da quello di Monigo e Fiera, da un mercatino di alimentari e abbigliamento biologici e da un appuntamento domenicale a piazza Giustiniani.

A luglio, poi, potrebbe arrivare un nuovo chiosco sulle mura, al posto di quello abusivo abolito, insieme all'evento "Suoni di Marca".

UFFICIO TURISTICO - Il 19 aprile 2012, invece, sarà completato lo spostamento dell'ufficio turistico davanti alla stazione ferroviaria, accanto alla biglietteria Actt, in modo da fornire ai turisti un servizio più accessibile e comodo. E finalmente sembra diventare realtà anche l'ufficio turistico diffuso, tanto voluto dai commercianti del centro, che seguiranno un corso di formazione per poter dare informazioni ai viistatori della città.

DOGANA - C'è poi la Dogana, in zona Trevisoservizi, dove da un paio d'anni è chiuso e inagibile il padiglione fieristico. "In linea con il vicesindaco Giancarlo Gentilini, vorremmo che ritrovasse funzionalità lo spazio espositivo, che va ristrutturato e messo a norma - ha spiegato l'assessore Mauro - Questo progetto va legato al velodromo, che si vorrebbe costruire su quell’area, ma procederà indipendentemente da quello. Se si realizzerà avrà uno spazio espositivo e multifunzionale, altrimenti ripristineremo il vecchio padiglione".

VELODROMO - E proprio il velodromo resta una questione spinosa per il sindaco e il suo vice. La struttura sportiva per ciclisti, infatti, è caldamente sponsorizzata da Gian Paolo Gobbo, ma osteggiata da Giancarlo Gentilini. La spesa per la sua realizzazione sarebbe di 200.000 euro e ci sarebbero già imprenditori disponibili. "Sarebbe un project financing a costo zero per il Comune, ma prima servono chiarimenti sul velodromo", ha puntualizzato Mauro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Volgare pagina su Bebe Vio, il Codacons presenta un esposto contro Facebook

    • Cronaca

      Cisl Scuola: la 56enne Teresa Merotto confermata segretaria territoriale

    • Cronaca

      Degrado al Parco Uccio di Santa Bona: cagnolino si ferisce con i cocci delle bottiglie

    • Cronaca

      Agguato in casa, rapinato il titolare del ristorante "Ai tre pioppi"

    I più letti della settimana

    • Suicidio a Montebelluna: 35enne trovato impiccato nel bagno di casa

    • A Monigo apre il "Ginger bar", il locale a misura di famiglia

    • Omicidio della stazione: arrestato il killer di Giampietro Piccolo

    • Malori al centro commerciale, fatto evacuare il "Conè" di Conegliano

    • Giallo a Conegliano, ragazza 16enne scomparsa nel nulla da lunedì scorso

    • Le ricette di Sior Dolce: ecco come preparare dei gustosi crostoli veneti per Carnevale

    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento