Liceo Giorgione: una festa per salvare l'istituto castellano

Giovedì 31 maggio 2012 a Castelfranco Veneto nuova iniziativa dei genitori e degli studenti del liceo "Giorgione" per salvare l'istituto

Non si arrendono i genitori e gli alunni del liceo "Giorgione" di Castelfranco Veneto. Dopo il "Firma Day", in cui sono state raccolte ben 11mila firme, domani sera saranno nel Quartiere Verdi per l'iniziativa "Salviamo il liceo Giorgione".

Si tratta di un evento-spettacolo preparato da studenti, insegnanti e genitori per i cittadini e le autorità castellane, per dimostrare loro, una volta di più, "quanto il nostro liceo sia un istituto dove viene fatta scuola di ottimo livello e dove i nostri ragazzi trovano un'alta qualità sia sotto l'aspetto didattico che educativo".

La maratona di iniziative e raccolta firme a sostegno del liceo è iniziata due mesi fa e ha avuto una grande riscontro da parte della popolazione castellana.

Come spiegano i genitori degli allievi, le attività scolastiche sono ospitate in un edificio "poco decoroso, inadeguato, a volte poco sicuro e insufficiente alle esigenze di un liceo ch,e proprio per la qualità, ha un richiamo di studenti molto importante".

Insieme ai ragazzi del "Giorgione", domani sera alle 20, ci saranno anche gli allievi del conservatorio "Steffani", che eseguiranno dei brani con un loro gruppo, a testimonianza dell'importante significato che ha la coesistenza nel territorio del Liceo Musicale castellano e del Conservatorio.

Per la prima volta si esibiranno su un palco gli studenti del liceo "Giorgione", seguiti da uno spettacolo pop-rock. Alla serata parteciperà anche il Maestro Diego Basso con la sua "Art Voice Accademy".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento