Di-segni e di forme: a San Pietro di Feletto la vernice della mostra di Alberto Pasqual

L’esposizione di disegni e sculture è ospitata presso la sede municipale del Comune a Rua. A presentare il tutto è stata la critica d’arte Lorena Gava

SAN PIETRO DI FELETTO Sabato alle 18, presso la galleria d’arte della sede municipale di San Pietro di Feletto (l’Antico Eremo Camaldolese di Rua), si è tenuta la vernice della mostra di disegni e sculture dell'artista Alberto Pasqual, il tutto presentato dalla critica d’arte Lorenza Gava.

In questa esposizione Pasqual espone per la prima volta opere ottenute attraverso una singolarissima lavorazione di materie plastiche complesse e variegate. Si tratta di un corpus recente di opere leggere e quasi “impalpabili” che sembrano fondersi con l’aria circostante, in netto contrasto, quindi, con la pesantezza e robustezza del ferro. Accanto ai lavori tridimensionali, una sezione di “quadri” documenta l’intensa attività grafica dove il di-segno inventa e “scolpisce” scenari di suggestiva forza evocativa e simbolica.

Note sull’artista

Alberto Pasqual è artista autodidatta, formatosi presso la bottega paterna, ha sperimentato negli anni vari materiali: ferro, bronzo, gesso, cemento, creta, ma la materia preferita rimane il ferro, con il quale modella opere ricercate nei volumi e nelle forme. Ha preso parte a molte esposizioni in Italia e all’estero; ricordiamo l’importante realizzazione nel 2006 del “Monumento a Marco Pantani” in provincia di Sondrio. Abilissimo nell’usare manualmente il cannello, strumento meccanico tramite il quale il fuoco scalda e trasforma il metallo, Alberto Pasqual realizza sculture di impianto figurativo ed astratto, precedute da un corpus straordinario di disegni i cui effetti cromatici sembrano riprodurre una texture simile al ferro. Vive e lavora a Sacile (PN).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento