Parcheggia l'auto per andare a prendere la nipote, nonna derubata della borsa

L'episodio mercoledì pomeriggio a Santa Lucia di Piave, a pochi passi dalla scuola dell'infanzia parrocchiale "D.B. Camerotto", in via Martiri della Libertà

Foto archivio

Una manciata di minuti, anche meno. Tanto è bastato ad un ignoto ladro per mandare in frantumi il finestrino della sua auto e prendere la borsa, con tutti i suoi averi, soldi e documenti, che aveva inavvertitamente lasciato sul sedile del veicolo. A vivere questa brutta esperienza, purtroppo piuttosto frequente in tutta la Marca soprattutto in questo particolare e delicato periodo dell'anno, è stata ieri pomeriggio poco dopo le 16.30 una signora di Santa Lucia di Piave che aveva lasciato la propria auto nel parcheggio, a pochi passi dalla scuola dell'infanzia parrocchiale "D.B. Camerotto", in via Martiri della Libertà. La donna, dopo aver posteggiato, è scesa dall'auto e ha attraversato la strada per andare a prendere la nipote.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pochissimi minuti e quando la donna è tornata all'auto ha scoperto l'amara sorpresa: il ladro di turno, approfittando dell'oscurità, probabilmente la stava tenendo d'occhio e con un violento colpo, portato con un oggetto contundente, ha infranto il finestrino dalla parte del passeggero, prendendo velocemente la borsetta della signora che conteneva del denaro e i documenti, dandosi poi precipitosamente alla fuga. Nessuno dei passanti si è reso conto di quanto avvenuto e sarà necessario probabilmente l'utilizzo delle immagini delle videocamere di videosorveglianza per scovare il ladro. Informato di quanto avvenuto, il sindaco di Santa Lucia di Piave, Riccardo Szumski, ha scritto sulla pagina Facebook del Comune per alzare l'attenzione e non lasciare cose di valore nelle auto, anche se la sosta è prevista molto breve. Del fatto sono stati avvertiti i carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

Torna su
TrevisoToday è in caricamento