Entra nel sistema informatico di una cantina e si accredita 12mila euro

Attacco di un hacker ai danni del "Podere del Gaio" di Santa Lucia di Piave. Denunciato dai carabinieri di Susegana un torinese di 38 anni: il denaro era finito in un conto corrente spagnolo

Alcuni filari di prosecco

Utilizzando un software malware è riuscito ad introdursi nel sistema informatico di un'azienda agricola trevigiana, specializzata in particolare nel settore vitivinicolo, e ha trasferito, dal conto corrente di questa attività, una somma di oltre 12mila euro. Il denaro è stato accreditato su un conto corrente di un istituto di credito spagnolo. A finire nel mirino di un abile hacker è stato, qualche tempo fa, la cantina "Podere del Gaio" di Santa Lucia di Piave, in via Lovadina: i titolari, scoperto l'ammanco di denaro, si sono rivolti ai carabinieri della stazione di Susegana che hanno denunciato il responsabile per il reato di accesso abusivo di sistema informatico e frode informatica. A finire nei guai un 38enne originario di Ivrea ma residente a Strambino, in provincia di Torino. Per gli investigatori non è stato semplice accertare chi fosse il "ladro informatico": si tratta infatti di un abile truffatore, non nuovo a colpi di questo tipo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento