Blitz anti-droga dei carabinieri: operaio 30enne in cella per spaccio

Il pusher, un nigeriano senza precedenti, è stato pizzicato a cedere una dose ad un italiano a Sarano di Santa Lucia di Piave. In casa lo straniero nascondeva 170 grammi di sostanza

SUSEGANA Un operaio nigeriano di 30 anni, O.T., senza precedenti penali alle spalle, è stato arrestato dai carabinieri giovedì scorso a Sarano di Santa Lucia di Piave. L'uomo, da tempo nel mirino dei militari della stazione di Susegana, è stato sorpreso a cedere una dose di cocaina ad un italiano, anche lui di circa 30 anni. Perquisendo la sua abitazione i militari hanno scovato 17 ovuli di cocaina, ciascuno da 10 grammi (in tutto sequestrati dunque 170 grammi), 1100 euro, frutto della sua attività di spaccio, un bilancino di precisione e materiale per confezionare dosi. L'arresto dello straniero è stato convalidato dal gip del tribunale di Treviso e per lui si sono aperte le porte del carcere di Santa Bona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento