Blitz anti-droga dei carabinieri: operaio 30enne in cella per spaccio

Il pusher, un nigeriano senza precedenti, è stato pizzicato a cedere una dose ad un italiano a Sarano di Santa Lucia di Piave. In casa lo straniero nascondeva 170 grammi di sostanza

SUSEGANA Un operaio nigeriano di 30 anni, O.T., senza precedenti penali alle spalle, è stato arrestato dai carabinieri giovedì scorso a Sarano di Santa Lucia di Piave. L'uomo, da tempo nel mirino dei militari della stazione di Susegana, è stato sorpreso a cedere una dose di cocaina ad un italiano, anche lui di circa 30 anni. Perquisendo la sua abitazione i militari hanno scovato 17 ovuli di cocaina, ciascuno da 10 grammi (in tutto sequestrati dunque 170 grammi), 1100 euro, frutto della sua attività di spaccio, un bilancino di precisione e materiale per confezionare dosi. L'arresto dello straniero è stato convalidato dal gip del tribunale di Treviso e per lui si sono aperte le porte del carcere di Santa Bona.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

Torna su
TrevisoToday è in caricamento