Sbaglia casello e si ritrova attorno polizia e finanza

Un imprenditore, in difficolta' al casello, insulta gli agenti, minaccia la Polizia e svela una maxi evasione fiscale: era ubriaco

Aveva sbagliato l'entrata in autostrada al casello di Treviso Sud, causando qualche danno all'auto. Una volante della polstrada lì di passaggio ha subito fermato l'automobilista per un controllo.  

Ma anziché conciliare con gli agenti l'uomo ha iniziato con una serie di accuse e ingiurie. E in meno di mezz'ora si è attirato l'attenzione di polizia, pm e guardia di finanza. Sotto l'effetto dell'alcol, poi rilevato a 1,48 grammi su litro, le ingiurie e accuse hanno toccato varie corde: da “sono un pregiudicato e non ho paura di voi”, a “vi vengo a prendere a casa” fino ad un fatidico “ho evaso 13 milioni di euro, questo non mi paura”.

Protagonista è stato un imprenditore di Quarto d'Altino, 55 anni, a bordo di una Mercedes C200, fermato martedi sra intorno alle 21. La polizia ha denunciato l'uomo per oltraggio e informato i vicini di casa al quartiere Appiani della guardia di finanza per un controllo sull'evasione “dichiarata” dall'uomo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

  • Malattia incurabile, farmacista perde la vita a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento