Sciatore morto in un dirupo, per l'autopsia è stato ucciso da un infarto

Secondo il referto del medico legale, il trevigiano Roberto Carregher sarebbe precipitato in un dirupo sul monte Civetta per un tragico malore. Esclusa l'ipotesi dell'incidente

Stava sciando sulla pista Pian dei Sec, nel comprensorio del monte Civetta, un percorso ritenuto molto facile dagli sciatori ma dove, martedì 22 gennaio, il 63enne Roberto Carregher ha perso la vita precipitando in un dirupo.

In un primo momento era stata presa in considerazione l'ipotesi che si fosse trattato di un tragico incidente ma l'autopsia, eseguita nelle scorse ore, ha rivelato una nuova verità sul decesso dello sciatore residente a San Pietro di Feletto. Stando a quanto riportato dal referto del medico legale, Roberto Carregher sarebbe morto per un infarto al miocardio che l'avrebbe fatto finire fuori pista portandolo poi a precipitare, da ben sei metri di altezza, in un dirupo. Un malore tragico e improvviso che ha scagionato eventuali responsabilità da parte di terzi. Nessun testimone aveva assistito alla scena ma i carabinieri hanno tenuto in considerazione fino all'ultimo l'ipotesi che qualche altra persona potesse essere coinvolta nella tragedia fuggendo magari dopo aver provocato una situazione di pericolo per lo sciatore trevigiano finito nel dirupo. Nulla di tutto questo, secondo l'autopsia: Carregher stava sciando in solitaria su una pista classificata come "azzurra" quando il malore non gli ha lasciato alcuno scampo. La caduta nel dirupo è stata una conseguenza dell'infarto. Il nulla osta per la sepoltura è stato concesso mercoledì 23 gennaio ma la data dei funerali non è ancora stata fissata. Carregher lascia la moglie Annalisa e due figlie di cui una, al momento, si trova in Australia. Al suo rientro sarà annunciata la data in cui il corpo dello sciatore trevigiano potrà trovare una degna sepoltura.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Pullman per la gita scolastica non a norma: sequestrati dalla polizia stradale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento