Esuberi Electrolux, lavoratori sul piede di guerra: è sciopero

I dipendenti dello stabilimento Electrolux di Susegana, al termine di un'assemblea, hanno deciso di intraprendere la via dello sciopero per protestare contro gli esuberi annunciati dall'azienda svedese

Dopo le cautele iniziali, i lavoratori della Electrolux di Susegana hanno deciso di intraprendere la strada dello sciopero.

Lunedì, dopo un'assemblea svolta in mattinata, i dipendenti dello stabilimento trevigiano dell'azienda svedese hanno annunciato la mobilitazione e l'intenzione di occupare la strada statale "Pontebbana", come già fatto in passato.

L'agitazione dei lavoratori è conseguenza dell'annuncio della Electrolux, la settimana scorsa, di nuovi esuberi negli stabilimenti italiani, in particolare a Susegana, dove i dipendenti "in più" hanno raggiunto quota 373 unità.

Secondo le organizzazioni sindacali il piano di ristrutturazione dell'azienda e di ottimizzazione della produzione delineerebbe anche il rischio di un trasferimento all'estero di alcune linee produttive oggi attive a Susegana.

Il primo incontro fra azienda e vertici di Cgil, Cisl e Uil è stato fissato per il 20 febbraio prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento