Scomparso Vittorio Missoni a Los Roques, come i Durante nel 2008

Non si hanno notizie del piccolo aereo sul quale viaggiava Vittorio Missoni con la moglie e degli amici. Il velivolo è scomparso in Venezuela, sulla rotta Los Roques - aeroporto Maiquetia, come quello della famiglia Durante nel 2008

Esattamente a cinque anni dalla scomparsa dell'aereo sul quale viaggiavano Paolo Durante, la moglie Bruna e le figlie Emma e Sofia, un altro velivolo ha fatto perdere da ore le proprie tracce nei pressi di Los Roques, in Venezuela. A bordo quattro italiani: Vittorio Missoni, figlio dello stilista Ottavio, la moglie Maurizia Castiglioni e una coppia di amici, Elda Scalvenzi e Guido Foresti.

L'ultimo contatto aereo con il velivolo YV2615BN-2, che stava percorrendo la rotta tra Los Roques e l'aeroporto Maiquetia, a 20 chilometri da Caracas, si è avuto a dieci miglia dall'arcipelago.

"All'ipotesi di dirottamento io non ci credo molto", commenta Romolo Guernieri, padre di Bruna e suocero di Paolo Durante.

Per Guernieri, che da cinque anni si batte per conoscere la verità su quanto accadde il 4 gennaio 2008, la coincidenza delle date con l'episodio avvenuto poche ore fa che vede coinvolto Vittorio Missoni non significa nulla se prima non ci si impegna seriamente per ritrovare gli eventuali relitti finora spariti nel nulla.

"Il prossimo 18 gennaio - spiega Guernieri - dovrebbe finalmente partire una nave attrezzata fornita da una ditta americana alle autorità venezuelane, a bordo della quale ci saranno anche l'ammiraglio della Marina militare Giovanni Vitalioni, e Mario Pica, ex pilota dell'Aeronautica militare e nostro consulente".

La ricerca, finanziata in parte dal Venezuela e in parte dall'Italia, si svolgerà all'interno di un perimetro di mare concordato.

Guernieri dà poco peso anche alla registrazione audio delle conversazioni fra la torre di controllo ed il comandante del velivolo scomparso nel 2008, in cui si parlava di 18 persone a bordo contro i 14 indicati nella lista d'imbarco ufficiale: "In quel Paese purtroppo le bugie sono la normalità".

"Prima di indagare sul dirottamento - insiste Guernieri - bisogna escludere ogni altra ipotesi, e questo lo si può fare solo con una ricerca finalmente accurata".

Per quanto riguarda la scomparsa di Missoni, della moglie e degli amici, Guernieri si dice speranzoso che il coinvolgimento di "un nome famoso" permetta di ridare nuovo slancio all'argomento e aggiunge: "Mi permetto di invitare la famiglia Missoni a contattarmi perché, nel mio piccolo, grazie all'esperienza maturata in questi anni, sarei lieto di fornire qualche utile suggerimento di comportamento".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

Torna su
TrevisoToday è in caricamento