Finte società e documenti falsi per clandestini, scovata centrale

L'indagine della guardia di finanza è partita nel 2011 e ha portato alla scoperta di un'organizzazione che procurava documenti falsi per immigrati cinesi irregolari

Dagli abiti contraffatti ai documenti falsi: un'indagine della guardia di finanza di Treviso ha portato alla luce una vera e propria centrale per la produzione di documenti falsi per la regolarizzazione dei clandestini.

Nell'operazione è stato arrestato un cittadino cinese, mentre una connazionale è tutt'ora ricercata.

L'indagine è partita l'anno scorso, dopo il sequestro di quasi 4 tonnellate e mezza di sigarette di contrabbando e di migliaia di scarpe con marchi contraffatti, in un magazzino di Altivole.

In quell'occasione era stata denunciata la cinese, ora latitante, ma ulteriori accertamenti su di lei hanno spinto i finanzieri, coordinati dalle procure di Treviso e Rovigo, ad allargare le indagini tra le province di Prato, Milano, Perugia, Venezia, e Rovigo.

Ne è emerso che la donna aveva creato con il connazionale arrestato società fittizie in tutta Italia, per produrre buste paga e contratti di lavoro subordinato allo scopo di ottenere rinnovi di permessi di soggiorno per cinesi. Attraverso un'attività commerciale, poi, hanno attivato migliaia di schede telefoniche a nome di utenti ignari o inesistenti, che venivano utilizzate per le comunicazioni "in codice" .

Tutte le scritture contabili sono state distrutte dagli indagati stessi.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

  • Palazzetto da intitolare a Sara Anzanello: l'opposizione abbandona l'aula

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Furgone si schianta contro un platano, due morti e un ferito grave

Torna su
TrevisoToday è in caricamento