Sala piena a Follina per la serata informativa su pesticidi, glifosate ed erbicidi

Il Dott. Giacomo Toffol, Medico Pediatra ISDE: "Recentemente è stata individuata una stretta relazione tra esposizione a pesticidi, anche in pochissime quantità, e difficoltà di apprendimento oltre a problemi comportamentali nei bambini"

Un momento della serata

FOLLINA Sala piena alla serata di giovedì scorso a Follina per parlare di bambini, salute e pesticidi, e anche grande soddisfazione per la numerosa presenza di giovani. Una serata molto interessante nella quale il Dott. Giacomo Toffol, Medico Pediatra ISDE (Associazione Italiana Medici per l'Ambiente) ha chiarito molti dubbi sui pesticidi, sul glifosate e sugli erbicidi in genere. "Si tratta di sostanze che agiscono sul corpo umano addirittura da interferenti endocrini e sono responsabili di forme tumorali, anche trans generazionali, negli adulti ma soprattutto nei bambini ha dichiarato il medico - Inoltre recentemente è stata individuata una stretta relazione tra esposizione a pesticidi, anche in pochissime quantità, e difficoltà di apprendimento oltre a problemi comportamentali nei bambini".

Il Dott. Toffol, da medico di base e pediatra, contrariamente a quanto parrebbe salutare, si vede quindi costretto a suggerire ai genitori dei suoi piccoli pazienti, che hanno vigneti vicino casa, di stare in casa e non arieggiare le stanze durante e dopo i trattamenti con i pesticidi. Il pubblico ha seguito con molto interesse la presentazione del medico-pediatra che ha riportato dei dati allarmanti supportati da studi medici a livello internazionale. Con altrettanta partecipazione e curiosità i presenti hanno ascoltato Paolo De Stefani, viticoltore biologico da più di vent’anni a Refrontolo, che ha spiegato in modo semplice ed esaustivo come lavora i suoi vigneti senza l'impiego di fitofarmaci di sintesi, impegnandosi in una continua ricerca di sostanze naturali nel rispetto della natura e dell’uomo. De Stefani suggerirebbe di ritornare ad un'agricoltura diversificata e sostenibile.

E' stata apprezzata poi anche la presenza di due rappresentanti della ex Ulss 2 che hanno riferito quale sia la situazione del territorio sotto il profilo del monitoraggio sull'uso dei fitofarmaci, avendo però dei dubbi sui controlli. "Come gruppo 'Per i Nostri Bambini' ci dichiariamo soddisfatti per la riuscita della serata convinti di aver lasciato nei presenti il seme del 'cambiamento' auspicando che, anche se lentamente, questo seme maturi. Il cambiamento inizia da ognuno di noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento