Sinti in via Bindoni, l'Ater diffida il Comune: "Ripristini le recinzioni"

"Non avendo autorizzato tale demolizioni abbiamo predisposto formale diffida alla Amministrazione Comunale affinché provveda a ripristinare le recinzioni"

Foto: Archivio

TREVISO Sinti in via Bindoni e i cittadini lamentano numerosi disagi. Non è mancata in queste ore la risposta dell'Ater Treviso."L'alloggio sito in via Bindoni, 41 di proprietà dell’ATER, nel 2002 è stato assegnato con atto unilaterale d’obbligo al Comune di Treviso per gestione emergenze abitative e pertanto la gestione di tale immobile era stata interamente affidata all'Amministrazione Comunale che avrebbe dovuto disporre dell'alloggio per le finalità sopracitate"- afferma Luca Barattin, Commissario Straordinario ATER Treviso

"Ater Treviso non decide in merito alle assegnazioni su tale alloggio - continua Barattin - e non è mai stata informata in tal senso in quanto l'unico rapporto di tipo amministrativo che il nostro Ente avrebbe con il comune di Treviso (quale intestatario dell’alloggio e referente del contratto) è l’aspetto del canone che questi ci paga. Nel merito della vicenda che riguarda l'abbattimento delle recinzioni eseguite dal Comune di Treviso - continua Barattin - con lo scopo di poter far sostare anche i mezzi mobili del nuovo nucleo famigliare, precisiamo che la nostra azienda non essendo stata informata e non avendo autorizzato tale demolizioni ha predisposto formale diffida alla Amministrazione Comunale affinché provveda a ripristinare le recinzioni anche al fine di evitare le occupazioni di altre aree adiacenti (così come constatato nel sopralluogo dei nostri tecnici del 18/03/2018) peraltro già recepita dal Comune stesso". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento