Stalking, 4 anni da incubo per una 40enne di Cornuda e suo figlio

I Carabinieri hanno arrestato un operaio di 40 anni che dal 2008 perseguitava la ex compagna e il figlio, pedinandoli persino in chiesa

Chiamate ed sms ad ogni ora. E poi pedinamenti in chiesa, nella lavanderia, nel tragitto per andare al lavoro. Per una donna di Cornuda e suo figlio la vita era diventata un incubo, nonostante le denunce e le pene nei confronti già comminate nei confronti dell'ex compagno.

La loro storia era finita, dopo quattro anni, nel 2008. Da allora sono iniziate le attenzioni morbose dell'uomo, operaio magazziniere quarantenne, nei confronti dell'ex compagna, coetanea, un'insegnante del luogo. Ieri è scattata la trappola dei Carabinieri.

Hanno seguito in borghese l'uomo, che pedinava il figlio della ex compagna nel tragitto dalla stazione dei treni alla sua abitazione e sono scattate le manette per stalking. L'arresto convalidato dal gip, che ha posto il divieto di contattare in qualunque modo la donna e figlio e di soggiornare nei comuni di Maser, Cornuda e Castelfranco Veneto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento