Nuovo striscione contro i profughi a Volpago: caccia ai responsabili del gesto

Sulle barriere protettive di un cantiere del centro di Volpago è apparso un nuovo striscione con slogan contro lo Stato e i continui arrivi di migranti nel nostro Paese

Foto di Giulio Guarini

VOLPAGO DEL MONTELLO Ancora proteste contro l'arrivo e la presenza di migranti nella provincia di Treviso. Nella notte tra sabato e domenica, nelle vie del centro di Volpago è stato appeso un nuovo striscione inneggiante ai diritti dei cittadini italiani.

"Lo Stato uccide i nostri cittadini per tutelare i clandestini" hanno scritto gli autori dello slogan affisso sulle barriere protettive di un cantiere del centro. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine che hanno provveduto a rimuovere lo striscione. E' ancora un mistero invece l'identità degli autori del gesto. Di sicuro non si tratta del primo caso di questo tipo. Nelle scorse settimane striscioni simili erano stati affissi nei pressi di vari centri accoglienza della Marca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento