Morto a scuola a 14 anni: la madre ricoverata in ospedale per un malore

La mamma di Rathor Sukhraj è finita in pronto soccorso a Castelfranco dopo la tragica notizia della morte del figlio 14enne. Il ricordo di Pietro Gazzola, presidente del Riese calcio

In foto: Rathor Sukhraj

Alla tragica notizia della morte del figlio a soli 14 anni, la mamma del giovane Sukhraj Rathor è stata colpita da un malore e ricoverata all'ospedale di Castelfranco nel pomeriggio di lunedì 21 ottobre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dolore senza fine per la famiglia Rathor, originaria dell'India ma da tempo residente nella Marca a Riese Pio X. Lunedì mattina il giovane Sukhraj si è accasciato a terra durante l'ora di educazione fisica sotto gli occhi terrorizzati dei compagni. Inutile la corsa al pronto soccorso, il 14enne ha perso la vita pochi minuti dopo il malore che l'aveva colpito. Arrivata in ospedale dopo aver appreso la tragica notizia, la madre del ragazzo è stata colpita anche lei da un malore improvviso dovuto al dolore della perdita e ora si trova ricoverata all'ospedale di Castelfranco. In passato Sukhraj era già stato assistito dalle strutture sanitarie locali, per patologie collegate ad una forma di epilessia. Il 14enne aveva militato nelle giovanili del Riese Calcio dove quest'anno era tornato a giocare dopo un periodo di pausa lontano dai campi da gioco. Abbiamo raggiunto telefonicamente il presidente della squadra, Pietro Gazzola, che ha commentato la scomparsa del 14enne con queste parole: «Sukhraj era un ragazzo che amava giocare a calcio. Dopo un periodo nel nostro settore giovanile, aveva smesso di giocare un paio d'anni fa. Quest'anno si era ripresentato e aveva sostenuto le visite mediche. Dopo una lunga attesa gli esiti degli esami medici avevano dato il via libera al ritorno in campo del ragazzo che aveva ripreso ad allenarsi venerdì scorso. La tragedia di stamattina ha lasciato senza parole tutta la squadra. Gli impianti sportivi resteranno chiusi in segno di lutto per due giorni. Un ragazzo tranquillo che si divertiva a fare l'attaccante. Mancherà a tutti noi». Sukhraj lascia un fratello di 27 anni, militante anche lui nel Riese Calcio. Un'intera famiglia sotto choc per la tragedia che ha sconvolto tutta la comunità di Riese Pio X.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento