Si ubriaca prima di entrare in classe, insulta la prof e collassa

La vicenda è avvenuta venerdì 7 dicembre all'istituto superiore Florence Nightingale di Castelfranco. Protagonista dell'accaduto un ragazzo di 15 anni ricoverato in ospedale

In foto l'ospedale San Giacomo di Castelfranco

Una mattinata di pura follia all'istituto superiore Florence Nightingale di Castelfranco Veneto. Venerdì 7 dicembre uno studente di soli 15 anni si è ubriacato prima di entrare in classe e, dopo aver deciso di andare a lezione in ritardo, si è messo a insultare l'insegnante prima di collassare ed essere ricoverato al pronto soccorso dell'ospedale San Giacomo.

Una vicenda, riportata da "La Tribuna di Treviso", che ha lasciato particolarmente scossi genitori e insegnanti dell'istituto castellano. Non era la prima volta che alcuni giovani venivano sorpresi a bere alcolici prima di entrare a scuola ma la vicenda accaduta la scorsa settimana è stata particolarmente grave e rocambolesca. Dopo essere arrivato all'istituto visibilmente ubriaco, lo studente quindicenne è entrato in classe dove ha creato trambusto tra i banchi e ha insultato l'insegnante che aveva provato a chiedergli spiegazioni sulle sue condizioni moleste. La scuola a quel punto ha avvisato il padre del ragazzino che è venuto a prenderlo ma questo, poche ore più tardi, è riuscito a sfuggire ai controlli del genitore ripresentandosi davanti all'istituto. Qui, esausto, dopo aver vomitato è stato ricoverato con un'ambulanza al pronto soccorso dell'ospedale San Giacomo. Oggi il giovane si è ripreso e ha chiesto scusa per il suo comportamento ai compagni di classe. La vicenda è stata discussa lunedì pomeriggio dal consiglio di classe straordinario convocato d’urgenza dal preside per chiarire la dinamica dell'accaduto. Nella vicenda sarebbe implicato anche un compagno di classe del quindicenne. Per quanto il fatto sia avvenuto all'esterno della scuola, dirigente e insegnanti sembrano al momento concordi sul voler aumentare i controlli anche fuori dall'istituto per evitare che episodi simili possano ripetersi in futuro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Tensione in tribunale, avvocato perde la testa e aggredisce il giudice

  • Lanciamissili abbandonato in un fossato, giallo a Ponzano Veneto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento