Ragazza di 15 anni stuprata all'Eurobaita al lago: Pr 20enne rinviato a giudizio

Accusato di violenza sessuale, verrà processato a giugno: sotto accusa per violenza privata anche un amico che avrebbe impedito a un'amica della vittima di correre in suo aiuto

CASTELFRANCO VENETO “Posso giurarlo, non c'è stata alcuna violenza”. Lo aveva sostenuto con forza Filippo Roncato, il pr di 20 anni di Loreggia accusato di aver stuprato una ragazzina padovana di 15 anni all'interno della discoteca Eurobaita al lago di Castelfranco Veneto. Il gup Silvio Maras lo ha rinviato a giudizio: dovrà presentarsi di fronte ai giudici del tribunale di Treviso il prossimo 6 giugno. La presunta vittima, che nel corso di un incidente probatorio aveva riferito di aver detto di no e di aver rifiutato quel rapporto sessuale, si è costituita parte civile.

Rinviato a giudizio anche a un amico dell'indagato, G.P., per l'accusa di violenza privata per aver “intrattenuto” l'amica della presunta vittima evitando così che potesse correre in suo aiuto. Entrambi Secondo l'accusa la 15enne, che conosce soltanto di vista il pr, sarebbe stata portata all'esterno della discoteca e, in un posto isolato lontano da occhi indiscreti, avrebbe subito la violenza. L'imputato però respinge ogni accusa, sostenendo che quella sera non c'è stata alcuna violenza. Lo aveva sottolineato nel corso dell'interrogatorio di garanzia, giurando di non aver fatto nulla di male.

Quando la vicenda divenne di dominio pubblico, sul profilo Facebook del pr erano apparsi decine e decine di post di solidarietà di amici e conoscenti, anche loro convinti che non possa aver commesso quello di cui è accusato. Non erano mancati anche dei veri e propri insulti nei confronti della presunta vittima, alcuni anche con l'augurio che la giovane venisse stuprata davvero. Post che sono stati portati all'attenzione della magistratura che non ha però rilevato profili penalmente perseguibili.

Potrebbe interessarti

  • Tumore incurabile, il sorriso di Tiziana si spegne a soli 44 anni

  • Cena di sushi, 12 intossicati: isolati due focolai di gastroenterite

  • Pranzo in pizzeria, famiglia scappa senza pagare il conto

  • Minorenni ubriachi: schiamazzi, urla e bestemmie davanti alla chiesa

I più letti della settimana

  • Morto in mare a Jesolo: indagati due bagnini

  • Tumore incurabile, il sorriso di Tiziana si spegne a soli 44 anni

  • Cena di sushi, 12 intossicati: isolati due focolai di gastroenterite

  • Infarto in casa, 50enne ricoverato in fin di vita

  • Nuova ondata di maltempo sulla Marca: sottopassi allagati e alberi caduti

  • Ritrovata l'anziana sparita da casa in bicicletta: era svenuta in una vigna

Torna su
TrevisoToday è in caricamento