Suicidio a Castelcucco, operaio di 48 anni si impicca in garage

Si è legato una corda intorno al collo e ha deciso di farla finita. Drammatico ritrovamento da parte di una donna, rientrata a casa dal lavoro

CASTELCUCCO - Si è legato una corda intorno al collo e ha deciso di farla finita. Drammatico ritrovamento da parte di una donna, rientrata a casa dal lavoro mercoledì pomeriggio, che si è imbattuta nel corpo senza vita del compagno, un operaio di origini romene di 48 anni. 

Non è chiaro al momento quale sia il motivo che ha portato lo straniero a compiere il gesto estremo. Quando la moglie è rientrata a casa, in via Ghedina, ha ritrovato il cadavere del 48enne che si era impiccato in garage. Inutile ogni tentativo di soccorrerlo, ormai non c'era più niente da fare per salvarlo. Degli accertamenti si stanno occupando i carabinieri. 

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

I più letti della settimana

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

  • Si schianta con la bici contro un'auto sul Montello, 41enne in coma

  • Christian al giudice: «Non l'ho violentata, è stato sesso consensuale»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento