Dramma alla locanda Righetto: 28enne trovata senza vita nella sua stanza

La giovane, che da tempo soffriva di una forte crisi depressiva, si è tolta la vita domenica mattina legando un foulard alla ringhiera di alcune scale della struttura

Domenica mattina, verso le ore 9.30 in via Guglielmo Ciardi a Quinto, all'interno di una camera della locanda "Righetto" è stata trovato il corpo ormai esanime di un'ospite, la 28enne B.S. di Silea. La ragazza si è suicidata impiccandosi con un foulard alla ringhiera di alcune scale presenti nella stanza. Dai primi accertamenti effettuati dai carabinieri, subito allertati dai gestori della struttura, pare che l'estremo gesto sia riconducibile alla crisi depressiva in cui la donna versava nell'ultimo periodo, tanto che nel pomeriggio di sabato si era allontanata da casa per recarsi al lavoro, rendendosi poi di fatto irreperibile e mettendo in atto così il proprio suicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento