Perde il portafogli e inventa di essere stato rapinato: 20enne nei guai

Il giovane, di Susegana, si presenta in Commissariato e racconta una fantasiosa aggressione subita ma viene sbugiardato dalle telecamere. Denunciato per simulazione di reato

SUSEGANA Smarrisce il portafogli e per non essere sgridato dai famigliari denuncia alla polizia di essere stato rapinato da un fantomatico straniero. Il piano architettato da un 20enne di Susegana è fallito miseramente: il giovane, sbugiardato dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza, è stato costretto ad ammettere la verità ed è stato denunciato per simulazione di reato.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

L'episodio risale a qualche giorno fa quando il 20enne si presenta presso gli uffici del Commissariato di Conegliano raccontando, nei minimi dettagli, di essere stato rapinato, nel pomeriggio, da un uomo armato di pistola (non chiaro se giocattolo o meno) che gli aveva costretto a consegnare il portafogli. Quanto riferisce il giovane è molto preciso. Troppo preciso. Questa minuzia gli è stata fatale perchè ha destato non pochi sospetti nei poliziotti che hanno voluto vederci chiaro. Visionando le immagini delle telecamere di videosorveglianza, sia pubbliche che private, del centro di Susegana gli investigatori hanno ben presto smascherato il 20enne che era stato immortalato mentre camminava nella zona in cui sarebbe avvenuta la fantomatica rapina, in perfetta solitudine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento