In visita al museo a San Valentino, sviene davanti alla Venere

Una trentacinquenne padovana è stata colta dalla cosiddetta sindrome di Stendahl di fronte all'opera del Canova, custodita a Possagno

Le Grazie del Canova

Stregata dall'arte del Canova la sera di San Valentino. E' successo a una 35enne padovana in visita con il marito al museo di Possagno.

Come raccontato dalla Tribuna di Treviso, venerdì sera la donna e il marito hanno preso parte a una suggestiva serata organizzata dalla casa dell'artista, tra arte e degustazioni. Complice l'atmosfera creata dalle lanterne, di fronte alla Venere del Canova la 35enne si è sentita male: è svenuta davanti all'opera, preda, pare, della cosiddetta Sindrome di Stendhal.

La donna ha cominciato improvvisamente a barcollare: le mancava il fiato, rapita davanti alla bellezza del gesso della Venere, ed ha perso i sensi. Il marito è riuscito ad afferrarla prima che crollasse a terra e a portarla, insieme alla guida, all'esterno. La donna si è così presto ripresa, tanto da proseguire la visita al museo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento