Tedx Treviso sogna in grande: alla seconda edizione potranno partecipare mille persone

La seconda edizione si terrà il 10 novembre. Il presidente e licenziatario del marchio, Nicolò Rocco, ha ottenuto l’ampliamento a New York in occasione del prestigioso TEDFest

TREVISO La seconda edizione di TEDx Treviso punta in alto. La casa madre statunitense del marchio di conferenze TED (Technology, Entertainment, Design) ha infatti concesso l’ampliamento della licenza alla formula indipendente di Treviso, che quest’anno potrà quindi allargare la propria platea di partecipanti fino a 1.000 dopo i cento della prima edizione.

La notizia è stata ufficializzata a New York, durante la cinque giorni di TEDFest 2018, incontro fra i 450 TEDxers di tutto il mondo, organizzatori di TEDx provenienti da 58 nazioni, collegati in live streaming con Vancouver, dove in simultanea al meeting annuale si è tenuto TED2018, incentrato sul tema “The Year of Amazement”. A rappresentare Treviso il presidente e licenziatario del marchio Nicolò Rocco. “Poter partecipare all'evento che raduna gli organizzatori di TEDx di tutto il mondo è stata una grande emozione. Devo dire che l'Italia e il Veneto sono molto presenti in questa community e fra di noi facciamo squadra. Qui a New York – dichiara Rocco – ho avuto la fortuna di incontrare persone incredibili con provenienze molto diverse: dai paesi africani piuttosto che da Seul, dalle università americane più prestigiose ai paesi del mondo arabo. TED non è solamente uno straordinario laboratorio sul futuro, è una vetrina che dà voce a chi vuole un mondo migliore e sa che le nostre vite sono connesse. Futuro è una parola che fa paura a molti. Il senso del tema scelto da TED per questa edizione, "Epoca delle cose straordinarie", va invece nella direzione opposta: dobbiamo lavorare perché gli straordinari cambiamenti a cui assistiamo, a partire da quelli tecnologici, abbiano un impatto positivo sulla vita quotidiana”.

La partecipazione del presidente e licenziatario di TEDx Treviso al TEDFest 2018 è stata anche un’occasione unica e straordinaria per incontrare la comunità trevigiana che vive a New York. Con alcuni di loro Nicolò Rocco ha visitato i luoghi simbolo della Grande Mela, partendo da Ellis Island, l’isola che accoglieva i migranti italiani ed europei che sbarcavano negli Stati Uniti alla ricerca di una nuova vita, continuando al Memorial dedicato alle vittime dell’11 settembre 2001. Tante le storie da ascoltare, da parte dei trevigiani che hanno scelto New York. Come quella del trentaquattrenne Alessandro Ronfini, figlio del primario di Otorinolaringoiatria dell’ospedale Ca’ Foncello Sergio Ronfini, che lavora in un prestigioso studio di architettura nell’Empire State Building e che ha iniziato ad insegnare in alcune università degli Stati Uniti. Come quella di Beatrice De Bacco, che si è trasferita da Treviso nel 2008 dopo aver lavorato per anni per l’Unione Europea e che oggi è consulente per le aziende del vecchio continente che vogliono fare business in America. Sposata con un tedesco e con una figlia, Beatrice è talmente legata alla Trevisani nel Mondo da aver voluto che il suo matrimonio fosse celebrato da don Canuto Toso, fondatore dell’associazione che unisce quasi ventimila trevigiani che vivono in ogni parte del globo. "Non è stato un caso che il tema scelto per il nostro primo evento sia stato Radici al Futuro, portando in città una platea di speaker che con Treviso hanno un legame molto forte e che proprio da qui sono partiti per un percorso professionale che li ha portati ad affermarsi a livello internazionale. Il TEDxTreviso vuole essere un ponte. Un ponte fra passato e futuro ma soprattutto un ponte fra persone che vogliono realizzare i propri sogni", afferma Nicolò Rocco.

All’ufficializzazione dell’ampliamento della licenza si aggiunge la decisione della data della seconda edizione di TEDx Treviso, programmata per sabato 10 novembre. Il team degli organizzatori – sempre più numeroso e formato da moltissimi giovani e tanti professionisti, tutti volontari e provenienti ormai da ogni parte della provincia – è al lavoro già da gennaio per definire il tema, gli speaker, la location, i partner, le collaborazioni e ogni dettaglio di questa edizione 2018. “Dall'esperienza newyorkese mi porto a casa la convinzione che il nostro primo evento, a livello di contenuti, sia stato di ottimo livello, per crescere dobbiamo lavorare sulle creazione di momenti di incontro. Sono i piccoli dettagli dell'evento che fanno la differenza. Da gennaio stiamo lavorando ai contenuti e all'organizzazione con un team ancora più grande e più affiatato, un bel mix fra professionisti e studenti. Ora che sappiamo di poter fare un evento con un pubblico numeroso faremo in modo che il territorio sia sempre più coinvolto: scuole e aziende saranno i nostri interlocutori principali. Il tema che affronteremo sarà ancora una volta un tema ad alto impatto sociale. Sugli speaker vogliamo che l'edizione 2018 abbiamo ancora di più un respiro internazionale”, anticipa da New York il licensee di TEDx Treviso. Il 3 marzo scorso tutto il team si è riunito a Preganziol nella sede dell’agenzia di comunicazione strategica Claim per una giornata di lavoro per tavoli tematici. Una seconda giornata plenaria è in programma domenica 20 maggio a Susegana alla tenuta Case Bianche.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cadavere nel Piave: ipotesi imprenditore scomparso

  • Attualità

    Pubblicità della concessionaria "Negro" censurata: per l'algoritmo di Facebook è razzismo

  • Attualità

    Famiglia trevigiana compra mille quintali di alberi colpiti dal maltempo

  • Attualità

    Accordo con le università: a Treviso 200 studenti Erasmus

I più letti della settimana

  • I proprietari lasciano: la Gigia è in vendita

  • Ragazza aggredita da tre uomini nel parcheggio del supermercato

  • Schianto nella notte sulla Pontebbana, grave un 18enne

  • Addio Home Festival: Treviso lo rimpiazza con il "Core Festival"

  • Si ubriaca prima di entrare in classe, insulta la prof e collassa

  • Natale a Treviso: c'è anche la sorella di Chiara Ferragni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento