Terremoto, unità cinofile anti catastrofe in addestramento a Caerano

Tre giorni intensi e impegnativi hanno permesso a cani e conduttori di mettersi alla prova in uno degli scenari più complessi

CAERANO SAN MARCO Anche se non è il loro consueto ambito di intervento, una decina di unità cinofile del Soccorso alpino e speleologico del Veneto lo scorso fine settimana ha affiancato le unità cinofile ricerca da catastrofe, Ucrc, del Cnsas, ritrovatesi per uno dei consueti addestramenti nel Campo macerie di Caerano San Marco.

Tre giorni intensi e impegnativi hanno permesso a cani e conduttori di mettersi alla prova in uno degli scenari più complessi, quello conseguente a un terremoto o a una grande calamità, che dà così modo di rafforzare il carattere del cane, chiamato a ragionare sui propri movimenti rimanendo concentrato sulla ricerca.

Le unità cinofile da catastrofe (o da maceria) del Cnsas, uscite da un lungo iter formativo anche all'estero, sono 5, provenienti da Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Sardegna. Il Soccorso alpino ringrazia di cuore per la disponibilità le Unità cinofile da soccorso La Marca e il loro presidente Nedo Gallina.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapina lampo alla Coop di Mogliano: due uomini armati si fanno consegnare l'incasso

  • Cronaca

    Sequestrato un canile abusivo a San Zenone degli Ezzelini: segnalato un 42enne

  • Cronaca

    Si schianta in discesa contro un auto: ciclista 50enne grave all'ospedale

  • Cronaca

    Fermato il pusher "dei giovani" a Castelfranco: in tasca aveva marijuana, hashish ed ecstasy

I più letti della settimana

  • Vendono arance fingendosi amici dei passanti ma è tutta una truffa

  • Bollette del gas alle stelle: sotto accusa i nuovi contatori

  • Schiacciato da una lastra in acciaio: operaio muore in azienda a 25 anni

  • Sovraffollato e senza licenza per la disco: "Salotto mondano" stangato

  • Prenota una stanza in hotel, poi si spara. Accanto al corpo la pistola e un ultimo biglietto

  • Una rara forma di embolia, così la mamma è morta dopo il parto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento