Terremoto nel centro Italia: partite squadre della protezione civile del Veneto

L'annuncio del governatore Luca Zaia: uomini e mezzi per aiutare la popolazione colpita dal sisma e in difficoltà in queste ora anche a causa di neve e gelo

VENEZIA Il sistema di Protezione Civile del Veneto è pronto a intervenire con gli aiuti che saranno ritenuti necessari a fronte del nuovo terremoto che ha colpito oggi il centro Italia, ed è già attivato anche sul fronte delle intense nevicate che hanno colpito l’area in questione.

“Come Regione – riferisce l’assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin – già nei giorni scorsi eravamo in contatto con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile per dare la disponibilità dei nostri volontari e dei mezzi necessari a raggiungere le zone colpite dal maltempo per il necessario supporto”. Eseguita la ricognizione coinvolgendo le strutture di Protezione Civile delle province, dalla protezione civile regionale si è provveduto ad organizzare l’invio di un trattore Reform da 100 CV dotato di lama e fresa per neve da cm 220; una minipala con fresa da cm 180 e lama che sono state messe a disposizione da Belluno mentre da Padova ci si è presi in carico il trasporto del materiale e il supporto nelle attività. Partiti nella nottata, stamane i mezzi erano già operativi nelle Marche.

“A seguito del terremoto delle ultime ore – aggiunge Bottacin -  ci siamo poi attivati per fornire ulteriori mezzi e uomini: attualmente sono in corso le ricognizioni del caso – evidenzia l’assessore - ma abbiamo già ricevuto le disponibilità di cinque squadre del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino, di due squadre dell’Associazione Nazionali Alpini e due squadre delle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile della Provincia di Belluno. Di questo abbiamo dato immediata comunicazione alla DiComaC con la previsione di una prima partenza già per la serata odierna. Un’altra squadra è inoltre in partenza a supporto del campo del Veneto a Montemonaco, dove da mesi stiamo operando alacremente”.

“Prontezza e generosità dei nostri volontari – conclude Bottacin - sono una caratteristica che li  contraddistingue sempre in queste situazioni di emergenza e per questo mi sento di esprimere fin d’ora il grazie della Regione per quanto potranno fare anche in questa nuova triste occasione”.

Sui luoghi così duramente colpiti dal sisma anche una delegazione trevigiana dei "Borghi più belli d'Italia" con rappresentanti dei Comuni di Asolo (presente il sindaco Mauro Migliorini), Portobuffole, Cison e Valdobbiadene, per la consegna del materiale raccolto in questi mesi a favore delle popolazioni colpite. Il gruppo, come raccontano le immagini, ha raggiunto Amatrice non senza grosse difficoltà.

LA SOLIDARIETA' DI COLDIRETTI TREVISO “Non possiamo che continuare ad esprimere l’immenso dolore per quanto sta continuando ad accadere nel Centro Italia dove i nostri colleghi ormai da mesi stanno vivendo il dramma del terremoto. Le continue e nuove scosse di queste ore non solo aggiungono danni e morte nelle aziende agricole, ma prolungano la presenza della sensazione di paura nella vita dei cittadini di quei luoghi. Nel nostro piccolo continueremo nelle attività di sostegno alle imprese agricole terremotate”.  Le parole sono di Walter Feltrin, Presidente di Coldiretti Treviso che non nasconde il proprio disorientamento nel pensare a chi si ritrova a vivere e lavorare con l’incubo del sisma.

Nelle aree colpite dalle scosse si contano animali morti e feriti per il crollo delle stalle rese piu’ fragili dal peso della neve con molte strutture isolate dove non è possibile garantire l’alimentazione del bestiame. L’allarme che emerge dal monitoraggio della Coldiretti sulla base delle segnalazioni giunte dalle zone terremotate evidenzia una nuova strage di animali in un territorio a prevalente economia agricola con una significativa presenza di allevamenti di pecore e bovini molti dei quali costretti al freddo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Pancia gonfia? Ecco alcuni alimenti che la causano e opzioni sostitutive

Torna su
TrevisoToday è in caricamento