Nella Marca è droni-mania, all'Ipsia Galilei test per metterli a servizio degli anziani

In Veneto e in provincia di Treviso si sta ampliando il mercato in questo senso. Gli studenti dell'istituto di Castelfranco Veneto stanno effettuando delle prove per mettere i dispositivi a disposizione della comunità

Studenti al lavoro

Cresce negli ultimi tempi l'attenzione verso il settore dei droni. Conosciuti e impiegati soprattutto nelle riprese aeree, video e fotografiche, e a scopo amatoriale, nei confronti di questi dispositivi sembra essere scoppiata una vera e propria mania.

Una recente ricerca del trevigiano dottor Arduino Beltrame rivela che in Veneto, come in Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Marche ed Emilia Romagna, è in costante crescita il mercato dei droni. In particolare, Treviso e Verona sono le due realtà italiane in cui l'interesse è maggiore, a livello nazionale. Seguono Torino, Milano, Roma e Bologna.

Di recente il famoso gruppo Amazon ha annunciato l'impiego dei droni per il trasporto dei libri. L'idea ha contagiato gli studenti dell'istituto Ipsia Galilei di Castelfranco Veneto, seguiti dal professor Daniele Pauletto, che hanno deciso di testare questi dispositivi nell'applicazione a servizi utili, come il trasporto dei farmaci.

Attenti alle esigenze della comunità, gli allievi dell'Ipsia Galilei, che da anni supportano le famiglie castellane nel passaggio al digitale terrestre, stanno pensando di applicare la tecnologia dei droni per trasportare medicinali agli anziani della città che non possano raggiungere autonomamente le farmacie.

GUARDA IL VIDEO

I ragazzi hanno messo alla prova mini veivoli aerei, dotati di videocamera e gps (minidroni), pilotandoli con iPhone, iPad e altri radiocomandi. La prossima sfida sarà quella dei quadricoptercam, con i quali gli studenti tenteranno i primi trasporti.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti