Facevano entrare illegalmente in Europa migliaia di immigrati: 8 arresti

La Squadra Mobile di Torino e la Polizia di Frontiera francese, con l’ausilio di Europol, hanno messo fine a un racket internazionale legato al traffico di stranieri. Coinvolti anche dei trevigiani

Sgominata all'alba di oggi, martedì 10 dicembre 2019, un'organizzazione criminale responsabile dell’ingresso illegale nell'Unione Europea di migliaia di pakistani, indiani e bengalesi. Sono stati eseguiti sei fermi di indiziato di delitto e dato esecuzione a due mandati di arresto europeo nelle province di Torino, Alessandria, Bergamo, Treviso e Trento. Le operazioni sono state eseguite dagli agenti della squadra mobile di Torino, in collaborazione con i colleghi della polizia di frontiera francese.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

A Bergamo è stata scoperta una casa con all'interno 20 pachistani in procinto di partire per il nord Europa, mentre in via Carmagnola 20 a Torino è stata trovata un’abitazione con 14 pachistani di cui è in corso l'identificazione. «Il sodalizio criminale - dicono gli investigatori -, radicato in Piemonte e Lombardia con ramificazioni in Francia e altri paesi europei, era divenuto ormai famoso tra i connazionali presenti in Italia e all'estero, al punto da ricevere richieste direttamente dai paesi di origine degli aspiranti viaggiatori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento