"Multati perché vestiti da donna", due trans impugnano la sanzione

"Non esiste una norma che vieti a un uomo di vestirsi da donna - afferma il legale difensore dei due transessuali - Una precisazione del tutto inutile e assolutamente ininfluente se non proprio discriminatoria"

SAN FIOR "In abiti succinti e parrucca stavano tentando di adescare dei clienti con degli indumenti che si riferiscono al genere femminile". Questo è quanto sarebbe stato riportato sul verbale di una sanzione - come riporta il Gazzettino di Treviso - emessa dai carabinieri nei confronti di due trans. I due transessuali sarebbero già stati multati in passato per reati analoghi, cioè legati alla prostituzione, ma in questo caso sarebbero scattati i limiti per la discriminazione. "Non esiste una norma che vieti a un uomo di vestirsi da donna - afferma il legale difensore al Gazzettino - Una precisazione del tutto inutile e assolutamente ininfluente se non proprio discriminatoria". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento