Clienti "fantasma" durante l'Adunata: albergatori denunciati dalla polizia

Controlli straordinari della sezione amministrativa della Questura: nel mirino anche alcune agenzie di sicurezza e un locale di Nervesa della Battaglia

TREVISO Nelle ultime settimane, la Squadra Amministrativa e Sociale della Questura di Treviso, hanno svolto controlli presso le strutture ricettive della città durante l'Adunata degli Alpini e nel corso di altri eventi che si sono svolti in città, riscontrando numerose irregolarità. A finire nei guai i titolari di un paio di alberghi sono stati denunciati per non aver trasmesso alla Questura i nominativi delle persone alloggiate.

Nel mirino degli ispettori anche diverse agenzie di investigazioni: denunciati i responsabili per l’impiego di personale addetto alla vigilanza non in possesso dei prescritti requisiti, tra cui nove persone che hanno prestato servizio durante il concerto di una nota artista italiana, ed altri per essere stati impiegati nei servizi di vigilanza antitaccheggio in alcuni grandi magazzini senza l’autorizzazione prefettizia.

Continua, inoltre, l’attività di controllo ai locali pubblici. Già due locali in provincia di Treviso sono stati sanzionati. Uno per mancata esposizione della licenza di pubblica Sicurezza e autorizzazioni e l’altro per apertura abusiva di un locale di pubblico spettacolo e per aver inosservato l’ordinanza del Comune di Nervesa della Battaglia di cessazione immediata dell’attività abusiva di pubblico spettacolo, oltre alla sospensione della licenza di somministrazione di alimenti e bevande. Ulteriori gravi violazioni sono state accertate in materia di sicurezza e antincendio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento