Saluto nazista entrando nel bar, poi calci e pugni a due clienti

Violenta aggressione da parte di tre ultras del Treviso calcio nella serata del 24 maggio scorso all'interno del bar "Indimenticabile caffè" di piazzale Burchiellati. La Digos della Questura, grazie alla preziosa collaborazione del locale, identifica e denuncia gli autori del pestaggio

L'esterno del bar in cui è avvenuto l'episodio

Entrano in un bar, uno di loro fa il saluto nazista, con il braccio teso ed esclamando ad alta voce "Heil Hitler". Basta uno sguardo di troppo da parte di uno degli avventori per aggiungere follia alla stupidità di un gesto che si commenta da solo. Protagonisti di questo episodio sono delle "vecchie conoscenza" della Questura, alcuni ultras del Treviso calcio. Tre fra loro hanno aggredito altri due giovani, a calci e pugni, se la sono presa con un altro cliente all'esterno e si sono poi dileguati facendo perdere le proprie tracce. Il fatto è avvenuto nella notte del 24 maggio scorso, all'interno del bar “Indimenticabile Caffè”, in Piazzale Burchiellati a Treviso. Gli agenti delle volanti della Questura, dopo l'allarme giunto al centralino del 113, sono stati costretti ad intervenire su richiesta di due giovani avventori del bar: raccontano di essere stati aggrediti per futili motivi da un gruppetto di altri clienti presenti all’interno del locale e verosimilmente riconducibili ad ambienti dell’estrema destra trevigiana. Nei giorni successivi le vittime del pestaggio, che non appartengono agli ambienti dell’antagonismo trevigiano, hanno messo nero su bianco una denuncia-querela per l'aggressione subita, depositando anche i referti medici del pronto soccorso del Ca' Foncello di Treviso, con prognosi rispettivamente di 3 e 10 giorni.

Entrambi i giovani trevigiani hanno riferito di essere stati aggrediti con pugni e calci senza un apparente motivo, forse per il solo fatto di aver rivolto lo sguardo ad un ragazzo del gruppo “di destra” che entrando nel locale, aveva attirato la loro attenzione per aver esordito ad alta voce con il saluto nazista “Heil Hitler”, accompagnato dal braccio destro teso. Le indagini condotte dalla Digos di Treviso ha portato, nella giornata di ieri, lunedì, a denunciare alla Procura per i reati di lesioni e danneggiamento in concorso, i trevigiani U.N. di 44 anni, V.P. di 32 anni e  R.M di 29 anni, noti per la loro militanza in seno ai movimenti della locale destra radicale, nonché appartenenti alla componente ultras della tifoseria del Treviso calcio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tre indagati oltre ad altre persone con i quali si trovavano, una volta usciti dal bar hanno aggredito un altro avventore presente presso i tavolini del plateatico esterno del pubblico esercizio. Quasi tutti i protagonisti di questo episodio sono persone già ben conosciute dalla Digos. «Nel caso di specie -spiegano gli investigatori della Digos in un comunicato- come già evidenziato, è bastato che i denuncianti volgessero solo lo sguardo in direzione del gruppo per scatenare l’aggressività del branco. I titolari del pubblico esercizio Indimenticabile Caffè si sono mostrati subito collaborativi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

Torna su
TrevisoToday è in caricamento