Chiedeva denaro e malmenava i famigliari, 38enne arrestato dalla polizia

Il caso aveva portato gli agenti delle volanti ad intervenire in diverse occasione: per questo la squadra mobile aveva richiesto e ottenuto all’Autorità Giudiziaria un divieto di avvicinamento alla famiglia

Una volante della polizia

Nella giornata di ieri, giovedì, gli agenti delle volanti della Questura di Treviso hanno arrestato un 38nne trevigiano. Il giovane era stato indagato per atti persecutori nei confronti dei propri familiari, ai quali chiedeva continuamente denaro. Le vittime, esasperate dalle violenze del congiunto, lo avevano denunciato. Il caso, che aveva già originato diversi interventi delle volanti, e seguito dalla squadra mobile, aveva portato a richiedere all’Autorità Giudiziaria un divieto di avvicinamento alla famiglia per il 38enne.

La misura disposta è stata purtroppo violata. Infatti, l’uomo si è reso nuovamente autore di gravi minacce verso i propri parenti che non aderivano alle sue richieste di soldi. Queste ultime azioni, hanno indotto la Questura  a proporre alla Procura della Repubblica di Treviso, un provvedimento restrittivo. Ieri pomeriggio, i poliziotti delle volanti, durante un normale servizio di controllo del territorio, hanno rintracciato l’uomo, arrestandolo. Per lui si sono aperte le porte del carcere cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento