Malmenava gli alunni, maestro elementare condannato

A incastrare Ferdinando Cadicamo, dopo le segnalazioni delle famiglie dei bambini, erano stati i filmati delle telecamere piazzate in classe dagli uomini della squadra mobile di Treviso. Ora dovrà risarcire di 5mila euro le famiglie dei ragazzini

Ferdinando Cadicamo

Due anni e sei mesi di reclusione e un risarcimento di 5mila euro per ciascuna delle 20 famiglie che si erano costituite parte civile. E' questa la condanna inflitta nel pomeriggio di oggi a Ferdinando Cadicamo. A incastrare Cadicamo, dopo le segnalazioni delle famiglie dei bambini, erano stati i filmati delle telecamere piazzate in classe dagli uomini della squadra mobile di Treviso. Nelle immagini calci e schiaffi agli alunni, alcuni trascinati fuori dall'aula per un orecchio, mentre ad altri torceva le braccia e i polsi.

«Non è vero -ha detto Cadicamo in aula durante la sue deposizione - che io abbia sbattuto un ragazzino contro un termosifone, né che abbia preso per i capelli una delle mie alunne. Le mie non era punizioni ma dei modi leggeri di riprendere i ragazzini». Dai frame ripresi dalle telecamere della Squadra Mobile in cui si vedono bambini in classe proteggersi il viso e rannicchiarsi al suo passaggio tra i banchi Cadicamo si era poi difeso sostenendo che «I bambini non avevano paura, semmai erano  spaesati. I primi giorni di scuola sono sempre complicati per gli alunni della prima elementare, un po' come quando si inizia l'università dopo le superiori, è un modo tutto diverso». Ma tra le immagini dei video delle intercettazioni ambientali si vede anche distintamente un bambino di sei anni che viene preso a sberle e strattonato per un braccio. «Voi non sapete che cosa faceva questo bambino»: è stata la versione di Cadicamo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Dopo questa sentenza -ha commentato Stefano Pietrobon, legale delle famiglie dei bambini- c'è soddisfazione ma anche rammarico per la durata di questo processo, che forse sia per le famiglie sia in generale forse esigeva una risposta un po’ più rapida. Rimane anche la constatazione di come l'amministrazione scolastica non abbia saputo neutralizzare per tempo questa persone. La condanna di Cadicamo attenua nelle famiglie la delusione che sino ad oggi hanno provato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Misteriosa scia luminosa solca i cieli tra le province di Treviso e Venezia

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Sparisce di casa andando a fare la spesa: ritrovato nella notte

  • Finisce in acqua mentre gioca in giardino, bimba di due anni muore annegata

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Infarto al supermercato: pensionato muore facendo la spesa

Torna su
TrevisoToday è in caricamento