Beccato dalla polizia con tre smartphone rubati, 24enne denunciato per ricettazione

Gli agenti delle volanti hanno controllato il giovane, originario della Nigeria, in un parco in zona Ghirada. I dispositivi erano nascosti in un marsupio

L'intervento delle volanti della polizia

Ieri pomeriggio, alle 16.00, la Volante, durante il servizio di controllo del territorio, ha identificato e controllato un ragazzo nigeriano, A.M. 24enne, nei pressi di un parco pubblico in zona Ghirada. Il giovane, alla vista degli agenti, ha mostrato un atteggiamento sospetto, tanto da insospettire i poliziotti. A seguito del controllo, sono stati trovati, all’interno del marsupio, un sacchettino con tre telefoni cellulari, di cui un iPhone di rilevante valore.

Richieste spiegazioni in merito al possesso dei telefoni, lo straniero ha dato risposte altamente contraddittorie, dichiarando, dapprima, di averli ricevuti in prestito da un istituto pastorale, per poi cambiare versione, asserendo che gli erano stati ceduti da una cooperativa locale. Gli operatori della Sala Operativa, consultando le banche dati in uso alla Polizia di Stato, hanno subito iniziato articolati accertamenti per risalire ai proprietari dei telefoni.

In particolare, l’iPhone ed il numero della SIM inserita risultavano intestati ad un soggetto che non corrispondeva a quello fermato. Lo straniero è stato portato in Questura per gli accertamenti di rito e, al termine delle indagini sul possesso dei telefoni e sugli intestatari delle utenze telefoniche, è stato denunciato per ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento