Rogo alla "Zanini", indagini dell'Arpav: "Nessuna conseguenza per l'ambiente"

Nuovo sopralluogo dei tecnici dopo l'incendio divampato presso l'autodemolizione di via Postumia a Treviso, nel tardo pomeriggio di giovedì. Una foto immortala la colonna di fumo nero dal Montello

Il cumulo di fumo nero visto dal Montello

Sono intervenuti anche i tecnici dell'Arpav, giovedì pomeriggio, per verificare gli effetti di un incendio che si è sprigionato alla "Zanini veicoli industriali e ricambi" di via Postumia a Treviso. I tecnici sono arrivati sul posto alle 19.40 e l’incendio era già stato spento e non era più presente la colonna di fumo nero. Il rogo ha coinvolto un’area di 100 metri quadrati interessando un cassone frigorifero per camion e la relativa cabina di guida. Sono stati effettuati prelievi di aria ambiente nell’area interessata e nelle vicinanze. I primi risultati delle analisi non evidenziano criticità ambientali. Le acque di spegnimento sono state contenute per il successivo smaltimento da parte di una ditta autorizzata. Stamattina sono continuate le verifiche.

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento