Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lite per una salvietta, gestori del kebab al Duomo pestati dalla gang

L'episodio era avvenuto lo scorso 19 gennaio nel centro storico di Treviso. Grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza e ad alcuni testimoni gli investigatori della squadra mobile di Treviso sono riusciti ad identificare gli autori delle botte, due trevigiani di 19 anni

 

Erano stati rimproverati da uno dei gestori del chiosco di kebab e pizzette di fronte a piazza Duomo, nel cuore del centro storico di Treviso, perchè erano entrati nel locale a prendere delle salviette per soffiarsi il naso, nostante il pavimento fosse stato appena lavato. E' questo il folle motivo del brutale pestaggio di cui si sono resi responsabili due 19enni, entrambi trevigiani (uno dei due è di origini algerine), che nella notte tra il 18 ed il 19 gennaio scorso hanno prima insultato pesantemente e poi aggredito a calci e pugni i due gestori del chiosco, un cittadino bengalese di circa 30 anni ed un 37enne del Pakistan. Il primo ha riportato la frattura del setto nasale (la prognosi è stata di 25 giorni). I due malviventi, D.A e S.M., lo hanno aggredito, preso a pugni e colpito vigliaccamente quando questo si trovava a terra. Vittima delle percosse anche l'altro gestore dell'attività, a sua volta malmenato dai "bulli", spregiudicati forse per mettersi in mostra davanti ad altri ragazzi che si trovavano con loro. La "gang", dopo questa scorribanda, si è dileguata prima dell'arrivo sul posto delle volanti della polizia. Grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza interne ed esterne al locale e ad alcuni testimonianze gli investigatori della squadra mobile di Treviso, coordinati dal dirigente, Claudio Di Paola, sono riusciti a dare un nome ed un volto ai due autori del pestaggio. Entrambi sono stati denunciati alla Procura di Treviso per lesioni e percosse.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento