Passaporti falsi per salire a bordo di un volo diretto a Londra, arrestati ed espulsi

Due cittadini cinesi erano stati fermati l'8 settembre all'aeroporto "Canova" dagli agenti della polizia di frontiera

Due cittadini cinesi sono stati accompagnati alla frontiera il 16 ottobre ed espulsi dall’Italia da personale della Questura di Treviso. L’8 settembre erano stati fermati all’aeroporto Canova alle partenze per Londra da personale della Polizia di Frontiera che, insospettito dai passaporti esibiti dagli stessi, hanno accertato che entrambi erano falsi. I due cinesi venivano quindi tratti in arresto e condotti presso la Casa Circondariale di Treviso, dove sono rimasti fino al 16 ottobre, quando il giudice del Tribunale di Treviso li ha riconosciuti responsabili del reato di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi e li ha condannati alla pena di un anno e cinque mesi di reclusione, prevedendo la sostituzione della pena con l’espulsione immediata dal territorio dello Stato

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

  • Runner scivola e precipita nel vuoto: muore 37enne

  • Ricerche sui terremoti, trevigiano premiato dall’ETH di Zurigo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento