Stalking a Mirko Lorenzon, la Procura chiede una perizia psichiatrica

Lo ha fatto dopo che sono state ascoltate alcune delle telefonate tra Sabrina Buran, difesa dall'avvocato Michela Sabbatini, e l'ex assessore provinciale

Mirko Lorenzon

Il processo a Sabrina Buran, la 47enne accusata di stalking nei confronti dell'ex assessore provinciale Mirco Lorenzon arriva ad una novità quasi clamorosa. Nel corso dell'udienza di oggi, che si sarebbe dovuta concludere con la sentenza, il pubblico ministero ha infatti chiesto una perizia psichiatrica sulla donna. Lo ha fatto dopo che sono state ascoltate alcune delle telefonate tra la Buran, difesa dall'avvocato Michela Sabbatini, e Lorenzon, tutte intercorse nel gennaio del 2018, e sono stati visionati alcuni video registrati con il telefonino dall'uomo. Si tratta di materiale relativo alle "intrusioni" della Buran in casa di Lorenzon. Il giudice Alberto Fraccalvieri si è riservato la decisione aggiornando il processo a dopodomani. Se accoglierà la richiesta dell'accusa il procedimento verrà sospeso, in caso contrario arriverà la sentenza.

«Io ti amo, ti prego vieni qui, ti prego»: si sente dire alla donna nel corso di una conversazione al cellulare. E' il gennaio del 2018 e la Buran chiama Lorenzon al telefono alle 3 della notte. «Mi butto da un ponte se non vieni»: insiste in lacrime la 47enne. «Sabrina, non ho niente contro di te, lasciami stare. Vuoi buttarti? Buttati»: risponde lui. In un video si vede la Buran saltare il muro di cinta della casa dell'uomo con una scala, entrare dentro e arrivare alla terrazza. Poi la donna si fionda nell'abitazione con in mano un coltello, che si punta prima alla gola e poi ai polsi. «Ascoltami, ascoltami, ascoltami»: ripete mentre minaccia di farsi del male. Entra in bagno e ne esce con una lametta in mano. Poi cade da sola dalle scale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Credo sia opportuno -dice il pubblico ministero al giudice- sollevare la questione sull'opportunità di una perizia per valutare le condizioni psichiatriche dell'imputata». Alla richiesta si oppone il legale di Lorenzon (costituitosi parte civile), l'avvocato Martina Pincirolli. Il giudice deciderà giovedì mattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Covid 19, studio choc di un epidemiologo trevigiano:«Il vaccino? Forse è una chimera»

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento