Clandestino fermato al bar dai poliziotti, in tasca un coltello tascabile

Intervento delle volanti della polizia al bar Mokita, a Sant'Angelo. Marocchino 20enne portato in Questura, denunciato e avviato all'espulsione dal territorio nazionale

TREVISO Un marocchino di 20 anni, A.Z., con numerosi precedenti penali e clandestino, è stato denunciato dalla polizia per porto abusivo di oggetti atti ad offendere e inottemperanza all'espulsione e ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale. Lo straniero è stato trovato, nel pomeriggio di lunedì, poco dopo le 15.30, mentre era all'interno del bar Mokita di strada Sant'Angelo a Treviso: nella tasca destra dei pantaloni nascondeva un coltello con sette centimetri di lama (un modello "card sharp" che chiuso ha la grandezza di una tessera bancomat) che gli è stato sequestrato. Il 20enne, portato in Questura per essere denunciato, sarà avviato all'espulsione e nei prossimi giorni lascerà il territorio nazionale.

Potrebbe interessarti

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Centauro 21enne si schianta contro un'auto: è grave all'ospedale

  • Si schianta con la moto contro un'auto, muore un 40enne

  • Segrega in casa e picchia la moglie e la figlia di 14 anni: arrestato 50enne padre-padrone

  • Tamponamento a catena in A4: un morto, traffico in autostrada nel caos

  • Auto fuori strada in Feltrina: due persone incastrate tra le lamiere, ferita una bimba

Torna su
TrevisoToday è in caricamento