Infermiera morta nello schianto contro l'auto di Polegato, processo al via per il marito

Paolo Corrò, 54enne dipendente di Contarina, alla sbarra per omicidio stradale. Nell'incidente, avvenuto nel giugno 2016 lungo la Feltrina, morì Luigina Carniato: il mezzo su cui viaggiavano si scontrò con quella su cui viaggiava il patron della Geox

TREVISO Malore o manovra azzardata. E' questo il dubbio che dovrà essere sciolto nel corso del processo iniziato ieri a Treviso nei confronti di Paolo Corrò, il 54enne dipendente di Contarina finito alla sbarra con l'accusa di omicidio stradale per la morte della moglie, l'infermiera del reparto di pediatria dell'Ospedale di Treviso  Luigina Carniato, a seguito di un incidente stradale avvenuto il 12 giugno del 2016 a Trevignano lungo la Feltrina. Luigina Carniato, 48enne che viveva con il marito e la figlia di 11 anni a Monigo, era deceduta 10 giorni dopo il tragico schianto. Apparsa subito in condizioni disperate era stata posta in come farmacologico. La gravità delle numerose lesioni riportate nell'incidente non le hanno lasciato scampo.

Tremendo il frontale della vettura guidata da Corrò, che andando a occupare improvvisamente l'altro corsia in quella che è apparsa essere una manovra di sorpasso azzardato, andò a schiantarsi contro una jeep Lincoln Navigator al cui interno vi erano 4 persone, tutte rimaste illese, fra cui il patron della Geox Mario Moretti Polegato. Secondo la ricostruzione dei fatti Luigina Carniato, prima trasportata all'ospedale di Montebelluna e poi trasferita al Ca' Foncello di Treviso per essere sottoposta ad un disperato intervento chirurgico, non avrebbe indossato le cinture di sicurezza.

I primi rilievi  della Polizia Stradale, intervenuta sul luogo dell'incidente, avevano indicato che a provocare lo sbandamento sull'altra carreggiata della vettura potesse essere stato un malore del guidatore. Diversa la conclusione a cui è arrivata la Procura di Treviso dopo le indagini: si sarebbe trattato di un sorpasso azzardato, avvenuto in un tratto stradale in cui non quella manovra non era consentita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IMG_4933-2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

Torna su
TrevisoToday è in caricamento