Truffatori scoperti da "Striscia", tra le vittime anche l'avvocato Murgia

Stefano Ramunni ed il suo complice Giovanni Chiaramonte sono stati rinviati a giudizio dal gip di Treviso Bruno Casciarri per il reato di sostituzione di persona

L'avvocato Francesco Murgia

Anche il noto avvocato penalista trevigiano Francesco Murgia sarebbe finito nel mirino di Stefano Ramunni e del suo complice Giovanni Chiaramonte, i due truffatori finiti anche su Striscia La Notizia che oggi, giovedì, sono stati rinviati a giudizio dal gip di Treviso Bruno Casciarri per il reato di sostituzione di persona. I due erano stati arrestti  il 2 marzo del 2018 dai carabinieri a  Vedelago e la scorsa estate erano stati condannati per truffa rispettivamente a 5 e 3 anni di reclusione, sentenza che è stata confermata in appello a febbraio.

«Sono venuto a conoscenza dei fatti solo nel marzo del 2018 -spiega il penalista- quando ho ricevuto la visita di alcuni agenti di polizia che mi hanno informato di aver trovato lettere e altre documenti intestati a me e allo studio durante una perquisizione a Ramunni». Si trattava in particolare di un estratto conto di carta di credito i cui dati avrebbero potuto fornire ai truffatori seriali informazioni per tentare di clonare anche l'identità dell'avvocato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grazie a carte di identità false e persino buste paga taroccate Ramunni e Chiaramonte avevano aperto una serie di conti correnti, erano riusciti ad avere carte di credito e postamat, effettuare un passaggio di proprietà di una macchina imbrogliando la titolare di una agenzia di pratiche automobilistiche di Spresiano e persino a farsi dare i duplicati dei documenti fiscali di altri due soggetti. Nel gennaio del 2018 si sarebbe spacciato spacciato per un funzionario dell'Agenzia delle Entrate, mostrando anche un tesserino in cui appariva in foto con la divisa della Guardia di Finanza, per farsi dare una carta acquisti dal negozio Coin di Corso del Pololo del valore di tremila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Misteriosa scia luminosa solca i cieli tra le province di Treviso e Venezia

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Sparisce di casa andando a fare la spesa: ritrovato nella notte

  • Finisce in acqua mentre gioca in giardino, bimba di due anni muore annegata

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Scopre agricoltore che sversa liquami nel fosso: viene preso a martellate

Torna su
TrevisoToday è in caricamento