Cadavere in un canale del centro storico, indagano i carabinieri di Treviso

Tragico destino per Walter Busato, trevigiano di 68 anni: l'uomo sarebbe scivolato in acqua dopo aver perso l'equilibrio e sarebbe poi morto annegato. A ritrovarlo un tecnico che stava eseguendo la manutenzione ad un condizionatore

Il ritrovamento della salma, in zona Pescheria, foto di Giancarlo Truant Truant

Un cadavere è stato rinvenuto, nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 3 maggio, in un canale nella zona della Pescheria, nel cuore del centro storico di Treviso. Si tratta di Walter Busato, trevigiano di 68 anni: l'uomo, molto conosciuto in città per la sua goliardia (ex socio del locale "Malibù", vestiva in modo particolare ed eccentrico e nel 2013 aveva affisso delle finte epigrafe annunciando la sua morte), sarebbe scivolato in acqua dopo aver perso l'equilibrio (probabilmente facendo i propri bisogni) e sarebbe poi morto annegato nelle acque del Sile.

A scorgere il corpo senza vita del 68enne (soprannominato "Mago") residente negli ultimi tempo quartiere trevigiano di San Paolo, è stato un tecnico che stava eseguendo la manutenzione ad un condizionatore. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Treviso che hanno provevduto al recupero del cadavere e i carabinieri di Treviso che ora indagano sulla vicenda. Il magistrato di turno ha disposto di eseguire l'esame esterno sulla salma: non sono stati tuttavia rilevati segni di violenza.

image-3-89

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento